Servizio di ritiro calcinacci e macerie a Roma

Hai bisogno di un ritiro di calcinacci e macerie a Roma?
Stai ristrutturando il tuo appartamento e non sai a chi affidare lo smaltimento dei rifiuti residui?
Hai realizzato dei lavori di isolamento termico del tuo terrazzo ed ora hai il problema della vecchia guaina bituminosa da portare via e smaltire a norma di legge?

Capita di realizzare delle operazioni di ristrutturazione, costruzione e demolizione ed avere poi il problema dei rifiuti edili da smaltire. Le leggi in materia, infatti, diventano ogni giorno più restrittive e trattare i rifiuti speciali nel modo corretto è compito da affidare esclusivamente a seri professionisti del settore.

APSU Impianti Srl è sicuramente uno di questi ed è in grado di garantirti la massima professionalità ai migliori prezzi del mercato.

Come ritirare nel modo corretto calcinacci e macerie a Roma e provincia

Come ritirare nel modo corretto calcinacci e macerie a Roma e provincia? La normativa in materia – sia nazionale che locale – è molto rigida e precisa e per chi non la rispetta le sanzioni amministrative e penali sono molto pesanti.

I calcinacci vengono considerati rifiuti indifferenziati nella categoria ‘speciali’ ma non rientrano in quella dei rifiuti pericolosi. La normativa prevede che nel caso di ristrutturazioni o nuove costruzioni, sia il costruttore a farsi carico dello smaltimento dei rifiuti ma spesso, purtroppo, gli imprenditori per risparmiare non svolgono l’operazione nel modo corretto ma abbandonano nell’ambiente questi rifiuti, contribuendo ad aumentare ancora di più l’inquinamento.

Secondo la normativa, il corretto smaltimento dei rifiuti avviene secondo fasi ben precise che sono la polverizzazione, la relativa separazione dei materiali e la loro selezione per componenti chimiche, infine il recupero dei materiali riciclabili e lo smaltimento di quelli che, invece, non possono essere recuperati.

Ad ogni rifiuto deve per legge essere abbinato un codice CER – acronimo di Codice Europeo dei Rifiuti – che è una sorta di carta di identità del rifiuto che identifica la natura del rifiuto. Il codice che identifica i calcinacci e le macerie è il 17.09.04 che stabilisce la natura mista del rifiuto. La mancanza dell’indicazione del codice viene considerato un reato e punito con un’ammenda amministrativa.

Sia le aziende che i privati che si trovano ad avere il problema dello smaltimento dei rifiuti residui di ristrutturazioni di interni o di demolizioni possono rivolgersi ad aziende specializzate del settore che siano in grado di assicurare il rispetto delle leggi in materia.

Cosa si può fare con i calcinacci e le macerie

I calcinacci e le macerie ritirati a Roma possono essere riutilizzati in diversi modi, contribuendo così ad incidere meno sull’inquinamento ambientale. In particolare, i calcinacci possono essere destinati a tre vien diverse e cioè:
– possono costituire la materia di base per la realizzazione di materie prime secondarie che vengono, però, sempre impiegate nell’edilizia;
– possono essere riutilizzati per la realizzazione dei sottofondi stradali, prima della posta dell’asfalto;
– dopo aver ricevuto un adeguato trattamento speciale, possono essere impiegati per i recuperi ambientali.

Non tutti i calcinacci, però, possono essere riutilizzati ed avviati a nuova vita. Per scoprire se un calcinaccio o un residuo edile può essere adatto al riutilizzo, questo viene sottoposto ad un test molto selettivo che si chiama test di cessione e che viene codificato dalla normativa denominata Uni En 12457-2. Se i calcinacci superano questo test, vengono poi passati successivamente in un’ultracentrifuga per un trattamento che dura circa 15 minuti. Una volta trattati, i calcinacci vengono comparati ad una tabella ministeriale per capire se possono essere riutilizzati e in quale modo rispetto a quelli possibili.

Questi passaggi, però, devono essere effettuati nel massimo rispetto delle regole imposte dalla legge altrimenti si rischia di falsare i risultati dei test e riutilizzare materiale che non ha le caratteristiche adatte per essere impiegati nuovamente nel modo prescelto.

Anche in questo caso, affidarsi a professionisti di settore può essere la soluzione migliore alla problematica del ritiro dei calcinacci e delle macerie a Roma.

A chi rivolgersi per lo smaltimento e il ritiro di calcinacci e macerie a Roma

Rivolgiti ad APSU Impianti Srl per lo smaltimento dei tuoi calcinacci e delle materie, nella città di Roma ma anche in provincia.

Con APSU Impianti Srl puoi avere un servizio completo senza doverti preoccupare di nulla. L’azienda, infatti, che da anni opera sul mercato con professionalità, affidabilità e convenienza, offre un pacchetto completo, dalla consegna del cassone per la raccolta dei rifiuti, fino al suo ritiro una volta riempito dal cliente e allo smaltimento a norma di legge dei rifiuti residui.

L’azienda è dotata di un parco mezzi di diverse dimensioni che offre i migliori standard qualitativi e tecnologici per offrire alla clientela sempre un servizio pulito, veloce, preciso. Inoltre, i mezzi vengono di volta in volta attrezzati per il corretto smaltimento dei rifiuti di diversa origine. I rifiuti vengono portati solo in impianti autorizzati e viene prodotto anche il formulario di identificazione del rifiuto da smaltire, così come impone la legge.

Ma quello dello smaltimento dei rifiuti è solo uno dei servizi offerto da APSU Impianti Srl. Infatti l’azienda si occupa anche di trattamento acque reflue, demolizioni civili ed industriali controllate, realizzazioni di opere idrauliche di ogni tipologia, realizzazione di impianti sportivi secondo i dettami del CONI, sbancamenti e scavi con relativo smaltimento dei materiali inerti, realizzazione di fosse biologiche.

L’esperienza dell’azienda la rende il partner ideale per ogni smaltimento. Contatta il personale per qualsiasi informazione o preventivo e confronta i prezzi che sono i migliori del mercato. Il ritiro di calcinacci e materie a Roma e provincia non è mai stato così semplice!

 

About Author: