L’energia del sole ed Impianti Fotovoltaici

 

Cos’è il fotovoltaico?

Per fotovoltaico si intende un dispositivo che utilizza una tecnologia capace di convertire l’energia associata alla luce solare in energia elettrica, grazie alle proprietà di alcuni materiali semiconduttori come il silicio.

La tecnologia che sta dietro al fotovoltaico, già utilizzata fin dagli anni ’60 e ’70 del secolo scorso, sopratutto per usi militari e scientifici è andata sempre più evolvendosi e, divenendo sempre più economica, nel giro di pochi anni è passata all’uso civile, fino ad arrivare al grande pubblico quando la spesa per installarla sul tetto di casa è diventata particolarmente conveniente.

 

A cosa serve il fotovoltaico?

Da qualche anno, installare un impianto fotovoltaico sul tetto di casa è diventato un vero e proprio investimento.

A parte gli incentivi governativi, ora sospesi, che per diversi anni hanno sostenuto lo sviluppo del mercato del fotovoltaico, la produzione di corrente elettrica che avviene grazie ad un impianto fotovoltaico consete di rendere una casa quasi indipendente dalla rete di distribuzione elettrica e dai relativi costi.

Teoricamente, una casa con la giusta esposizione sud nord, con installato un impianto fotovoltaico anche solo della potenza di 6 kilowatt, dotata di appositi accumulatori, potrebbe essere completamente indipendente.

Il vantaggio economico derivato dai risparmi sulla bolletta energetica domestica appare evidente, sopratutto in considerazione del fatto che un impianto fotovoltaico realizzato con pannelli di buona qualità può produrre energia elettrica per oltre trent’anni.

Installazione di un impianto fotovoltaico

Come è fatto un impianto fotovoltaico?

Un impianto fotovoltaico è composto da un insieme di pannelli, ognuno dei quali è costituito da una serie di celle di silicio, dette celle fotovoltaiche, collegate tra loro in serie o in parallelo.

Poichè l’elettricità prodotta dalle celle fotovoltaiche dei pannelli è una corrente elettrica di tipo continuo è necessario interporre un inverter tra i pannelli fotovoltaici e l’impianto elettrico.

L’inverter è un apparecchio che ha la funzione di trasformare la corrente elettrica continua in corrente elettrica alternata, che è quella comunemente utilizzata per il funzionamento degli elettrodomestici.

In un impianto collegato alla rete pubblica di distribuzione elettrica, dopo l’inverter verrà inserito un contatore per il conteggio della corrente prodotta e di quella inviata nella rete pubblica che potrà essere remunerata con denaro o restituita di notte o nelle giornate di scarsa produzione.

Nel caso di un impianto indipendente, cioè non collegato alla rete di distribuzione pubblica, verranno aggiunti uno o più accumulatori, o batterie, per l’immagazzinamento della corrente prodotta in eccesso durante il giorno, da riutilizzare di notte o nelle giornate dis carsa produzione.

 

I Vantaggi del fotovoltaico

Come già evidenziato, il vantaggio principale che si ha installando un impianto fotovoltaico sul tetto della propria casa è quello economico.

I risparmi, realizzati sui costi delle bollette energetiche e vendendo la corrente elettrica prodotta in sovrappiù, permettono in pochi anni di rientrare della spesa sostenuta per installare l’impianto fotovoltaico. I dati sul fotovoltaico sono infatti molto promettenti e investire su qualcosa di nuovo e soprattutto rispettoso dell’ambiente è sempre la scelta giusta.

Da quel momento in poi si hanno ancora parecchi anni di sfruttamento dell’impianto, la cui durata di vita produttiva può arrivare a trent’anni pur con un progressivo calo di efficenza, trasformando il risparmio in guadagno.

 

About Author: