il Pavimento in legno composito: una bellezza che dura nel tempo

WPC: un pavimento è per sempre

Si chiama WPC ed è l’acronimo di wood plastic composit, ovvero un innovativo composto di legno e polimeri. Più semplicemente è un nuovo modo di intendere il legno per pavimentazioni e rivestimenti che conserva tutta la bellezza di questo materiale naturale senza i suoi difetti. Il legno composito, infatti, è indeformabile e impermeabile, estremamente resistente a qualsiasi tipo di agente atmosferico. È un materiale che non necessita di manutenzione, non si screpola né si fessura, e resiste all’attacco di muffe e funghi per almeno venticinque anni.

Nuovi materiali: la sicurezza prima di tutto

Che si tratti della nostra terrazza, del nostro giardino, di una piscina o di un luogo pubblico, quando camminiamo vogliamo tutti sapere dove stiamo mettendo i piedi. La sicurezza, specialmente quella legata al nostro corpo e al nostro equilibrio, è fondamentale. Le caratteristiche di resistenza del legno composito gli conferiscono anche un elevato tasso di prevenzione del rischio. Il WPC è resistente al fuoco, non produce schegge ed è l’ideale per essere calpestato a piedi nudi, perché è stato pensato per essere perfettamente antiscivolo.

Pavimento in legno composito: una scelta naturale

In una società consapevole e attenta come la nostra, la cura della casa si è tramutata necessariamente in attenzione nei confronti dell’ambiente che ci circonda. In questo senso la tecnologia ci offre nuove soluzioni nella scelta dei materiali che consentono di rispettare l’ambiente e la natura, e il legno composito è una soluzione perfetta perché è ecocompatibile e riciclabile al 100%. Inoltre, la ridotta manutenzione richiesta limita enormemente l’uso di prodotti chimici e vernici solitamente utilizzati per le pavimentazioni.

Anche l’occhio vuole la sua parte

particolare di un pavimento in legno compositoSpesso, quando non abbiamo ancora avuto l’occasione di testarla personalmente, l’alta tecnologia ci da l’idea di essere distante dalla bellezza. Le innovative combinazioni di polimeri conferiscono ai materiali classici delle peculiarità di cui facilmente riconosciamo l’utilità, ma quando arriva il momento di arredare l’ambiente in cui viviamo, l’estetica diventa un problema – e una richiesta – fondamentale e irrinunciabile. Il WPC viene incontro anche a questa esigenza. L’aspetto della pavimentazione è lo stesso che avrebbe se fosse realizzata solo in legno, quindi ne conserva il calore, la bellezza e la capacità di adattarsi a qualsiasi stile. Inoltre un pavimento in legno composito è personalizzabile. La versatilità del materiale permette a ciascuno di esprimere il proprio gusto senza rinunciare all’eleganza e allo stile.

Legno composito: flessibilità è la parola chiave

Resistente, sicuro, naturale, bello. Da tutte queste caratteristiche viste finora ne deriva un’ultima, che può farci da guida nelle nostre scelte relative all’arredo: flessibilità. Un pavimento in legno composito può essere utilizzato al meglio in tantissimi ambienti. La sua resistenza lo rende particolarmente adatto a tutti gli esterni, come terrazze e giardini. Il suo comportamento poco permeabile nei confronti dell’acqua e la resistenza allo scivolamento lo rendono ideale per pontili e piscine. Ma il WPC è perfetto anche per i luoghi pubblici, per le pavimentazioni soggette a frequente calpestio o quegli spazi che presentano particolari condizioni ambientali. Centri benessere, camminamenti, giardini pubblici e molti altri spazi possono essere arricchiti da questo materiale.

Mi piace, lo voglio, ma come lo scelgo?

pavimento in legno composito per piscinaScoprire le enormi possibilità di un nuovo materiale e venire a conoscenza degli enormi vantaggi che il suo utilizzo può apportare alla nostra quotidianità è sempre di grande aiuto quando siamo alla ricerca di nuove soluzioni per l’arredo. Ma al primo momento di entusiasmo seguono sempre i dubbi e le domande. Per le pavimentazioni in particolare ci poniamo almeno due problemi fondamentali. il primo riguarda il tempo: parliamo di superfici che dureranno molti anni, quindi un errore che dovremo sopportare per decenni – sia che si tratti del materiale, sia che si tratti dell’estetica – è impensabile. Il secondo riguarda i nostri piedi, quindi attiene direttamente al nostro benessere fisico: anche in questo caso è meglio andare sul sicuro. La soluzione, prima di prendere una decisione così importante, è sempre quella di rivolgersi a un esperto del settore, che ci mostri le diverse soluzioni adatte al nostro ambiente e che ci guidi nella scelta del pavimento a legno composito più adatto alle condizioni e allo stile di arredo che abbiamo in mente di realizzare.

About Author: