BBS e Università di Bologna: una sfida per lo sviluppo imprenditoriale

BBS master a bologna

BBS è l’acronimo che identifica la Business School dell’Università di Bologna, istituzione sorta nel 2000 con l’obiettivo di fornire agli alumni un’eccellente opportunità di specializzazione manageriale post laurea.

Bologna Business School (BBS)

La BBS è una vera e propria community internazionale che in 15 anni ha saputo formare ben 6000 manager e a cui si aggiungono ogni anno 600 nuovi iscritti; la sede è la suggestiva Villa Guastavillani, incantevole residenza cinquecentesca dall’inestimabile valore storico ed artistico.

Bologna Business School si distingue per il dialogo multidisciplinare presente tanto in aula quanto a livello imprenditoriale e nella sperimentazione tecnologica. Si tratta di una realtà fortemente radicata nel territorio e aperta al dialogo con le aziende e le istituzioni per offrire valide opportunità di carriera e fornire allo studente adeguati stimoli professionali.

La business school felsinea ha assunto nel tempo un carattere sempre più internazionale che ha dato vita, nel 2011, all’EMBA, un Consorzio per l’innovazione manageriale che unisce varie business school a livello globale.

Al Master in Business Administration (MBA) prendono parte giovani provenienti da ogni parte del mondo; la community è composta anche da 300 docenti di cui la metà appartenenti all’Ateneo bolognese, il 15% provenienti da partner internazionali ed il rimanente costituito da manager e consulenti.

Rapporto tra BBS e Università di Bologna

BBS ha un rapporto con l’Università di Bologna, la più antica d’Occidente, che si esprime attraverso l’idea di community, ovvero una rete di studenti, insegnanti, aziende e programmi formativi ispirati alle migliori realtà internazionali, con il privilegio di attingere ad un esperienza unica al mondo, quella, appunto, dell’Ateneo bolognese.

L’obiettivo auspicato è quello che la Business school felsinea diventi un punto fermo dell’Università di Bologna per il completamento del percorso di studi manageriali post-laurea, garantendo la massima continuità dell’offerta didattica con quella dell’Ateneo, il tutto integrato con la collaborazione di una rete costituita da ben 500 aziende.

La sfida della BBS, condivisa con l’Università di Bologna ed i soci fondatori, è quella di creare una nuova generazione di manager con elevate competenze internazionali che contribuisca ad aumentare la competitività delle piccole e medie imprese emiliano-romagnole.

Così come l’offerta formativa dei Master dell’Università di Bologna è la più completa nel panorama italiano, BBS è l’istituzione più prestigiosa e all’avanguardia in Italia per quanto riguarda i Master in Business Administration.

BBS è la scelta numero 1 per un Master in Italia

I Master di Bologna beneficiano delle risorse didattiche di uno tra i più importanti atenei al mondo, da cui trae le risorse intellettuali per instaurare un confronto con i maggiori esempi globali di pensiero. I corsi si rivolgono non solo ai neolaureati desiderosi di acquisire specifiche competenze per agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro, ma anche a giovani manager che vogliono crescere professionalmente e ad Executive pronti a rimettersi in gioco per aggiornare le loro nozioni e accedere a nuove reti.

Le tipologie di corsi presenti alla BBS sono:

  • Global MBA: insostituibile chance per lo studente di accedere ai massimi standard grazie alla più alta specializzazione conseguibile in ambito manageriale che permette di ottenere l’ambito diploma di business administration riconosciuto a livello internazionale.
  • Master Executive: consente un ulteriore aggiornamento per i professionisti che aspirano ad una maggiore crescita professionale.
  • Master full time: permette, attraverso 6 diversi programmi, di orientare le carriere del domani.
  • Open Program: corsi finalizzati al perfezionamento di trend specifici.

BBS incoraggia la crescita personale e professionale di manager con competenze sofisticate che dovranno contribuire allo sviluppo economico nazionale con particolare riguardo per le piccole e medie imprese: la sfida è aperta!

About Author: