Come effettuare la disdetta Telecom senza pagare la penale

Fondata nel 1994, Telecom Italia è stata la prima azienda a fornire agli italiani la linea telefonica. Con l’avvento dei cellulari e di internet, la società ha iniziato ad occuparsi anche dei servizi mobili e della linea ADSL, ma con la liberalizzazione del mercato ha preso ad ampliare la sua offerta, che oggi va dalla smart TV alla fibra.

Telecom Italia: dalla linea fissa alla smart TV

Sono molte le proposte che attualmente Telecom offre ai suoi clienti. Oltre al classico pacchetto fisso + mobile, ha deciso di unire da qualche tempo la smart TV, grazie alla joint venture con Sky e la banda ultralarga, grazie ad una rete proprietaria in fibra ottica. Telecom è infatti una delle tre compagnie che offrono internet superveloce ad un prezzo conveniente.Disdetta-TELECOM

Attenzione ai costi di contratto

Abbonarsi a Telecom è semplice, basta andare sul sito ufficiale e scegliere l’offerta più adatta alle proprie esigenze; in alternativa, si può richiedere assistenza telefonica, oppure scegliere di farsi aiutare da un assistente alla vendita presso i negozi TIM.

Per ciascun piano, è previsto un contributo di attivazione che si aggira intorno ai 40 euro; in più, se si ha l’intenzione di affiliarsi anche alla smart TV, al canone mensile si aggiungono anche il costo per il noleggio/installazione del modem e del decoder.

Telecom pone un vincolo di 24 mesi

La maggior parte delle offerte ha la durata di un anno. Una volta passati i 12 mesi, la tariffa cambia ma le condizioni rimangono: Telecom impone ai suoi clienti un vincolo di 24 mesi, ciò significa che nel caso in cui il cliente decida di recedere volontariamente dal contratto, prima della sua scadenza, sarà tenuto al versamento delle rate mancanti necessarie al completamento del piano; inoltre Telecom gli addebiterà il saldo degli eventuali sconti offerti sulla parte di abbonamento già fruito più un costo per la disattivazione pari a 35,18 euro per la linea fissa con ADSL o solo ADSL e di 99 euro per la fibra.

Disdetta in caso di trasloco o migrazione della linea

I costi richiesti per la disdetta Telecom, cambiano anche nel caso in cui si debba semplicemente traslocare; sarà il nuovo gestore a occuparsi dell’attivazione della linea, al cliente verrà affidato solo il compito di inviare la disdetta a Telecom, via posta raccomandata con ricevuta di ritorno. Il modulo si trova sul sito internet ufficiale, e va spedito contestualmente all’invio di eventuali apparecchi presi a noleggio.

Nell’eventualità in cui si voglia recedere dal contratto per passare a un nuovo gestore, basterà chiamarlo per comunicargli il codice segreto TIM (detto anche codice di migrazione), ovvero una stringa di lettere e numeri che si trova in bolletta. Anche in questo caso, è previsto il versamento del costo di disattivazione e l’invio a Telecom di tutti i dispositivi in comodato d’uso.

Quando non si paga la penale

Per poter godere del cosiddetto ‘diritto di recesso’, bisogna infatti aver inviato la disdetta Telecom entro 14 giorni dalla firma del contratto. Una volta scaricato l’apposito modulo dal sito, sarà sufficiente inviarlo via fax o a mezzo raccomandata A/R. Il cliente sarà ugualmente obbligato alla restituzione delle apparecchiature, ma in cambio non pagherà la penale per la disdetta a Telecom.

 

About Author: