Sessioni notturne carpfishing

Le sessioni notture di carpfishing possono scombussolare i pescatori inesperti: è bellissimo pescare per diversi giorni di fila, ma bisogna tenere a mente alcune cose. Vediamo insieme quali.

1. LA PREPARAZIONE

Quando ci si prepara per le sessioni notture di carpfishing, bisogna prendere tutto il necessario per “sopravvivere” diversi giorni. Certe volte però, prendere un’eccessiva quantità di equipaggiamento è più un ostacolo che un beneficio.

Quindi impara ad adattarti nel migliore dei modi, lasciando a casa tutto quello di cui non hai bisogno. In questo modo puoi rendere le sessioni più facile da gestire.

Cerca di mettere tutto il necessario in un unico borsone, caricando un carrello leggero. Carica la macchina nel migliore dei modi e ricordarti il necessario!

2. LA PASTURAZIONE

Anche se il tuo budget è limitato, non devi mai dimenticarti di effettuare una pasturazione precisa e mirata. Molti esperti raggiungono il luogo dove si effettuerà la sessione notturna da carpfishing proprio per pasturare: in questo modo si abituerà la carpa al cibo.

Basta anche una manciata di boilies tritate all’interno dei sacchetti in PVA. Cerca di uniformare le esche su una superficie estesa, che occuperai durante la notturna.

La pazienza nella pesca è la chiave per divertirsi. Dando la sensazione alla carpa di potersi cibare senza essere catturata, aumentarai di molto le tue chances di cattura.

3. CONOSCENZA DEL LAGO

È molto importante conoscere la propria zona di pesca, anche prima di arrivarci. Cerca di capire il più possibile da un lago oppure da un fiume: potresti arrivare e scoprire che la tua postazione è occupata!

Sembra semplice, ma solo grazie all’esperienza si può studiare un posto. Prendi appunti e ricordati il percorso delle carpe, osserva altri pescatori e parla con gli addetti del luogo, che sanno sempre la cosa migliore da fare.

Prendendo appunti ad ogni sessione notturna di carpfishing ti accorgerai che nel giro di poco tempo scoprirai cose che neanche immaginavi o pensavi!

Ricordati anche del periodo dell’anno in cui stai per pescare: le distanze oppure l’alimentazione possono variare drasticamente.

4. LA PREPARAZIONE

Preparati la maggior parte delle cose ancora prima di partire. Cerca di organizzare tutte le tue montature, assicurati di avere l’equipaggiamento necessario ed in perfetto ordine. Parti con un piccolo elenco di tutte le cose che devi fare. Studia una tattica e organizzati al meglio per ridurre lo stress!

5. ADOTTA UN APPROCCIO FURTIVO

Il miglior modo per raggiungere una zona di pesca è farlo in silenzio. Cerca di non spaventare la carpa, altrimenti la probabilità di pescare si abbasserà.

Se arrivi di notte, cerca di non puntare la luce continuamente in acqua e n on sbattere i piedi troppo forte, visto che riescono a percepire il suono dei tuoi passi.

6. CIBO

Il cibo può occupare molto, moltissimo spazio. Potresti acquistare un piccolo fornellino e cuocere diversi cibi. Cerca di ridurre al minimo lo spazio.

Questi sono i diversi consigli per una sessione di carpfishing, che varia dai 2 a più giorni. All’inizio, questa tipologia di pesca può spaventare, ma vedrai che con il passare del tempo affinerai le tue tecniche, diventando esperto e godendo di un passatempo davvero piacevole.

About Author: